mercoledì 23 marzo 2011

AGRODOLCE NEWS: IERI NUOVO PRESIDIO DEI LAVORATORI ALLA PREFETTURA DI PALERMO!


SIT-IN PACIFICO IN PREFETTURA:

INCONTRO TRA PREFETTO, SINDACATO, LAVORATORI

SINDACO DI TERMINI E DIRIGENTE EINSTEIN FICTION!

(Fonte BlogSicilia)

È l’ennesimo atto di volontà di chi non vuole arrendersi e dice no all’ennesima beffa.

I lavoratori di “Agrodolce 2”, infatti, si sono uniti ieri pomeriggio in un pacifico sit –in davanti alla Prefettura di Palermo, dove c’è stato l’incontro tra il Prefetto, il Sindacato SLC – CGIL, la Delegazione Lavoratori Agrodolce, il Sindaco di Termini Imerese Salvatore Burrafato e il dirigente Einstein Andrea Olcese, che dovrebbe garantire il raggiungimento di un accordo che includa, oltre la garanzia dei pagamenti degli stipendi arretrati, anche la ripresa stabile della produzione della fiction di Rai 3.

Un vero e proprio stato di crisi quello che oggi è noto a tutti come Presidio Agrodolce, che coinvolge circa 250 persone, tra attori, troupe, regia oltre l’indotto compreso tra Termini Imerese, Porticello e Santa Flavia.


Una storia tormentata quella di Agrodolce 2: già da sei mesi dopo il termine della prima serie, la produzione riprende, ma soltanto per due mesi, per poi continuare nell’ottobre del 2009.
In realtà, anche la  seconda preparazione viene sospesa quasi subito e ripresa solo nell’ottobre del 2010, a circa due anni dalla fine della prima serie, con una riduzione di compenso per i lavoratori fino al 30%.
Dopo solo tre mesi dall’inizio delle riprese il progetto è stato nuovamente interrotto dalla produzione.

Fino al comunicato ufficiale di venerdì 22 Marzo 2011 in cui Luca Improta, organizzatore generale di Agrodolce 2 ha dato lettura di un comunicato ufficiale che rendeva nota la decisione della Einstein Fiction di sospendere univocamente le riprese a partire dal 14/03/2011.Una situazione questa che getta nello sconforto i lavoratori che, da un giorno all’altro si ritrovano di fronte ad una situazione di assoluta incertezza sulla propria stabilità lavorativa.

Da venerdì notte i lavoratori di Agrodolce si sono riuniti in un presidio permanente all’interno dei Med Studios di Termini Imerese nella speranza di ripartire a breve con le riprese.
L’intervento del sindacato SLC –CGIL ha consentito l’incontro di ieri, che mira a una soluzione stabile e soprattutto risolutiva per una garanzia di continuità lavorativa, dopo che il comunicato di venerdì scorso ha precisato che la “sospensione equivale ad una recessione di tutti i contratti delle maestranze”.
Un allarme di illiceità nel recedere i contratti vista l’inosservanza dei sei giorni di preavviso previsti nel contratto nazionale del lavoro, e il mancato coinvolgimento delle organizzazioni sindacali, che rientra subito con la comunicazione dello stesso organizzatore che i lavoratori continuano comunque ad essere collocati.

Tra i cori di sostegno e le dimostrazioni di solidarietà che rimbalzano continuamente sul web, si attende dunque l’esito dell’incontro alla Prefettura di Palermo sperando in una svolta che scongiuri definitivamente la paventata chiusura della fiction.

Nessun commento:

Posta un commento