domenica 3 luglio 2011

LA MALEDIZIONE SU "AGRODOLCE"



QUASI 300 PERSONE

SENZA STIPENDIO DA OLTRE 5 MESI!

TUTTO BLOCCATO, E NESSUNO PARLA...

Su "Agrodolce", la soap opera voluta da Giovanni Minoli, sembra essersi abbattuta una maledizione.

Dopo i buoni risultati della prima serie, la fiction prima ha visto il blocco dei finanziamenti della Regione Sicilia, poi i litigi tra Rai e la società di produzione, la Einstein. Dopo vari tira e molla, tutto sembrava essersi risolto: grazie a 22 milioni di budget, lo scorso novembre attori e registi avevano ripreso a girare. Ma a febbraio tutto s'è fermato: da allora circa 200 lavoratori non ricevono più lo stipendio, i set sono stati chiusi.

Di chi è la colpa? Secondo la Rai non è successo nulla: è la Einstein che deve pagare. Per i produttori Josi e Olcese, invece, è la Rai a non aver pagato le fatture dovute. "Da ottobre non ci dà più un euro. Ma il programma andrà avanti, sarebbe una follia chiudere "Agrodolce 2"", spiegano dalla Einstein. Che punta il dito anche sul modello produttivo: "Dovevamo fare una soap opera, qualcuno ha voluto fare "Ben Hur". I costi sono troppo alti, e la macchina ci è esplosa in mano". Chissà cosa ne pensa Minoli, che di sicuro ha puntato sulla qualità.

fonte Dagospia

3 commenti:

  1. spiega merglio xfavore..continua o no???èqst ke non ho capito..scusami...

    RispondiElimina
  2. no, non continua (giustamente) finché qualcuno non paga i conti. finora Einstein (la produzione) ha sborsato di tasca propria oltre 4 milioni di euro. E la RAI non accenna a dare risposte.
    qui spiegano tutto per bene:
    http://www.youtube.com/watch?v=QGPkG7f6q4I


    Pamela

    RispondiElimina